Torna a Eventi FPA

Il programma è in continuo aggiornamento

Torna alla home

  da 15:30 a 17:30

Le Città Metropolitane alla prova della sostenibilità. Le linee guida del PON Metro e gli obiettivi dell’Agenda 2030 [ co.13 ]

Sala: Sala 1

Iscriviti a questo evento
Qual è il percorso delle Città Metropolitane verso la smart city e rispetto agli obiettivi dell'Agenda 2030? Attraverso un focus dedicato a partire da ICity Rate 2017, il Rapporto che stila la classifica delle Città Intelligenti italiane, verrà analizzato lo stato delle 14 città e le azioni intraprese rispetto agli obiettivi di sostenibilità posti dall'ONU.
 
Tale analisi assume particolare rilevanza poiché le Città Metropolitane sono il luogo dove si gioca la capacità del nostro Paese di raggiungere gli obiettivi di sviluppo in ambito urbano posti dalla Agenda 2030 e tradotti nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile. In questa sfida il PON Città Metropolitane 2014-2020 è uno degli strumenti a disposizione, con risorse finanziarie pari ad 892 milioni di euro espressamente dedicate ad agenda digitale, sostenibilità urbana e inclusione sociale. Il convegno metterà in evidenza la dimensione della sostenibilità nei progetti di innovazione dei piani metropolitani, nella sua accezione più ampia di sostenibilità economica, sociale, ambientale e di innovazione nella gestione e attuazione degli interventi.

Nell’ambito del convegno verranno presentate le Linee Guida del PON Metro elaborate in materia di sostenibilità.
 
Questo evento rientra in una giornata  interamente dedicata alle Città Metropolitane, che prevede nella mattinata   i due Tavoli di lavoro  su  "Procurement  nell'attuazione del PON Metro"  e   "Strumenti di partecipazione  nella gestione degli interventi"

In collaborazione con

Programma dei lavori

Relazione di apertura

Dominici
Gianni Dominici Direttore Generale - FPA Biografia

Laureato in Sociologia, nel 1985 è socio fondatore dello Studio Gris, nato su iniziativa di un gruppo di professionisti impegnati a valutare le implicazioni di natura sociale ed economica delle attività di governo, di progettazione e di valutazione degli interventi nelle aree urbane e rurali. Nel 1991 riceve l’incarico, da parte della Fondazione CENSIS, di coordinare le attività dell’Associazione RUR nata su iniziativa della Fondazione con la finalità di elaborare e sostenere proposte innovative per le trasformazioni delle città e del territorio. Dal 1993 ha introdotto all’interno dell’associazione un nuovo campo sistematico di analisi ed intervento relativo allo sviluppo delle tecnologie telematiche nello sviluppo territoriale. Tra il 1997 e il 1998 ha lavorato alla Commissione Europea (DGXXIV) come esperto nel campo delle implicazioni sociali dello sviluppo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Dal primo gennaio 1999 a settembre 2007 è responsabile del settore Processi Innovativi della Fondazione Censis. In questo ruolo ha diretto numerose ricerche nel campo nella Società dell’Informazione e gestito progetti di telematica applicata. Dal primo gennaio 2001 al maggio 2006 ha assunto anche l’incarico di amministratore delegato di Atenea, una società di formazione in rete sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Nel settembre 2007 è diventato vicedirettore generale di FORUM PA. Da gennaio 2010 ne è Direttore Generale.

Chiudi

Intervengono

Martini
Giorgio Martini Autorità di Gestione PON Città Metropolitane 2014-2020 Biografia
Nato a Roma il 14 novembre 1957.
Da agosto 2012 Dirigente della Divisione IV presso la Direzione Generale per la Politica Regionale Unitaria Comunitaria del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo del Ministero dello Sviluppo Economico.
Da Luglio 2015, nell’ambito delle competenze della DIvisione IV, ha assunto anche la funzione di Autorità di Gestione del PON CIttà Metropolitane 2014-2020.
 
Precedenti incarichi:
Da giugno 2011 Dirigente della Divisione XI presso la Direzione Generale per la Politica Regionale Unitaria Comunitaria del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo del Ministero dello Sviluppo Economico.
Da dicembre 2010 con Decreto del Direttore Generale dell'Ufficio per gli Affari Generali e le Risorse del Ministero dello Sviluppo Economico,
ha assunto ad interim anche la responsabilità del Centro di Responsabilità Programmi Comunitari nell'ambito del quale operano tre Centri di Competenza.
Da agosto 2002 - Dirigente responsabile del Centro di Competenza Politiche di Coesione all'interno della Direzione Centro di Responsabilità Programmi Comunitari dell'Istituto per la Promozione Industriale (IPI), con funzioni di responsabile delle attività per la fornitura di servizi di assistenza tecnica alle amministrazioni pubbliche (in particolare al Ministero dello· Sviluppo economico), in merito alla programmazione, gestione, attuazione, valutazione e controllo di programmi e interventi cofinanziati nell'ambito della politica di coesione dell'Unione Europea.
Il Dipartimento si compone di tre servizi (la cui responsabilità è affidata a "quadri") nel quale lavorano una ventina di unità.
Dal 1996 come funzionario e poi come Quadro presso l’I.P.I. - Istituto per la Promozione Industriale, agenzia tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico, specializzata in politiche industriali, incentivi finanziari alle imprese, fondi europei e programmi di cooperazione internazionale.
Da ottobre 1985 IASM -Istituto per l'Assistenza e lo Sviluppo del Mezzogiorno con qualifica di funzionario

Chiudi

Ranieri
Luigi Ranieri Direzione per l'attuazione del Programma Città Metropolitana di Bari Biografia
Luigi Ranieri, ingegnere gestionale, laureato con lode presso l'Università di Tor vergata Roma nel 2000. Ha conseguito il dottorato di ricerca in sistemi avanzati di produzione con una tesi sul risk management dei progetti di ingegneria presso il Politecnico di Bari. Dal 2014 è ricercatore di Impianti Industriali meccanici presso l'Università del Salento dove è stato titolare di numerosi insegnamenti inerenti la gestione della produzione, impianti industriali, project management.
E' autore di oltre 60 pubblicazioni scientifiche sulle smart cities, pianificazione dei sevizi pubblici, risk management dei progetti di ingegneria.
Ha svolto numerosi incarichi di consulenza presso enti pubblici e imprese  n materia di gestione aziendale, project management, finanza agevolata, redazione di studi di fattibilità.
Attualmente lavora per il comune di Bari in qualità di direttore per l'attuazione del programma in staff al Sindaco ed è referente per la pianificazione strategica della città Metropolitana di Bari.

Chiudi

Pusceddu
Clara Pusceddu Staff Autorità di Gestione PON Città Metropolitane 2014-2020 Biografia

Ingegnere per l’Ambiente e il territorio, dottore di ricerca in “Scienze e Metodi per la città e il territorio Europei” presso l’Università di Pisa e l’Universitè Paris Dauphine, ha conseguito nel 2009 la qualificazione alla funzione di maitre de conférence in Francia per la sezione 24 - Aménagement de l'espace, urbanisme, e la specializzazione in Studi Europei all’Ecole Nationale d’Administration (ENA) a Strasburgo. Dal 2011 al 2015 è ricercatore TD in Estimo e Valutazione presso la Facoltà di Architettura di Alghero. Autrice di numerose pubblicazioni su riviste, testi scientifici, partecipa a numerose conferenze nazionali e internazionali. Nel 2002 è professore a contratto in “Estimo applicato ai Beni Culturali”. Dal 2004 al 2015 è titolare dei corsi in “Estimo e management urbano”, “Valutazione di Piani e Progetti”, “Valutazione I” e “Valutazione II” presso la Facoltà di Architettura di Alghero. Oltre all’attività accademica dal 1998 svolge attività professionale presso enti pubblici e privati, in Italia e all’estero, nel settore dell’ambiente e della sostenibilità ambientale, della pianificazione urbanistica, ambientale e territoriale e della valutazione nel contesto della programmazione dei fondi comunitari. In particolare nel 2007 è stata selezionata come componente del Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della Regione Sardegna; dal 2012 ha collaborato presso il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per la Salvaguardia del Territorio e delle Risorse Idriche, Direzione per la Salvaguardia del Territorio e delle Acque e Direzione per il clima e l’energia; dal 2015 è stata componente esterno dell’Unità Tecnica Regionale per i lavori pubblici della Regione Sardegna per i settori Edilizia, Urbanistica, Beni Culturali e Architettonici; dal 2014 è stata designata dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare quale componente della sezione Regione Sardegna dell’Albo Nazionale gestori ambientali di cui all’art. 212 del D. Lgs. n. 152/2006; nel 2016 è stata selezionata come esperto di valutazione presso l’Agenzia per la Coesione territoriale - Ufficio 4 di Staff “Autorità di Gestione dei Programmi Operativi Nazionali relativi alle Città Metropolitane”.

Chiudi

Testa
Paolo Testa Capo ufficio studi - ANCI Biografia

Genovese, Capo Area Studi e Ricerche dell’ANCI e Responsabile dell’Osservatorio Nazionale Smart City dell’Anci. Laurea in scienze politiche e master in innovazione nelle pubbliche amministrazioni. Da più di vent’anni si occupa delle politiche nazionali di supporto all’innovazione amministrativa e al cambiamento nelle città, all’inizio in consulenza, poi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e ora all’ANCI.

Chiudi

Pacente
Carmine Pacente Consigliere Comunale e Presidente Commissione “Affari Internazionali, Post EXPO, Politiche europee” - Comune di Milano Biografia

Carmine Pacente, nato nel 1978 nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni (SA). Laureto in economia alla Bocconi, ha conseguito il master in "Management Pubblico" presso la SDA Bocconi. Dopo la tesi a Berlino, ha collaborato con l'ISPI di Milano (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale). E' stato poi responsabile del Servizio Europa della Provincia di Milano.

Nel 2014 ha collaborato con il Ministero della Salute alla "Strategia nazionale per le aree interne a valere sui fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020", incaricato dal Sottosegretario di Stato. Attualmente è Responsabile delle Politiche e della Programmazione europea e LEAR (Legal Entity Appointed Representative) della Città metropolitana di Milano. Autore di 4 pubblicazioni con la casa editrice Egea/Bocconi: "L'Europa delle città: Milano capitale" (2017); "Il ruolo degli enti locali nella programmazione europea" (2014); "La città metropolitana nell'Unione europea" (2013); "La dimensione locale delle politiche comunitarie" (2012), con prefazione - rispettivamente - del sindaco di Milano Giuseppe Sala, del Commissario europeo Johannes Hahn, di Gianni Pittella e di Enrico Letta.
In questi anni ha svolto numerose relazioni sui temi europei nelle università, negli enti locali e nei centri di ricerca.

Chiudi

Torna alla home