Torna a Eventi FPA

Prgramma congressuale

Torna alla home

  da 12:00 a 13:30

Fare con la tecnologia: tecniche di ripensamento dell’artigianato [ es.08 ]

Sala: Sala 7

Per rispondere al bisogno di occupazione, in un contesto in cui le nuove competenze digitali sono di gran lunga più ricercate di quelle cosiddette tradizionali, il Comune di Milano e altre amministrazioni si sono concentrate sul ripensamento dell’artigianato. Per farlo, l’incontro a cui aspirare è quello tra le tecniche di manifattura antica, mescolate a nuovi strumenti di produzione e perfezionamento dei materiali. Inoltre, il ritorno della manifattura in ambito urbano si affianca sempre ad un cambio nel paradigma di produzione. Progettazione da remoto ed una produzione tailor-made grazie ai FabLab: può questo modello di produzione essere funzionale per la progettazione di edifici che sfruttino i giacimenti urbani?

 

Questo incontro prevede l'approfondimento di una esperienza amministrativa locale, in logica reverse engineering. Sarà portata all'attenzione del pubblico un'esperienza considerata come buona pratica, dando la possibilità a tutti i partecipanti di approfondire l'idea dalla sua progettazione alla sua realizzazione concreta, con domande e brevi interventi.

Programma dei lavori

Facilita i lavori

Pelizzaro
Piero Pelizzaro Project Manager Sharing Cities - Comune di Milano Biografia

Piero Pelizzaro   Fondatore di Climalia, prima società italiana di servizi climatici per la resilienza territoriale. Da anni impegnato nella diffusione della resilienza, con attività di formazione ed eventi pubblici. Project Manager per il Comune di Milano sul progetto Milano Sharing Cities, ha collaborato con il   Kyoto Club come esperto di politiche di adattamento ai cambiamenti climatici. Consulente del Ministero dell’Ambiente, Acclimatise UK, AzzeroCO2 e Commissione Europea. Collabora con diverse italiane ed estere tra le quali il RESILIENCE LAB del POLIMI, IUAV, POLITO, UNITO, Erasmus University Rotterdam, è membro della Società Italiana Scienziati per il Clima (SISC) e ResilienceLAB.Nel tempo libero cura una rubrica sulla resilienza per il portale lenius.it 

Chiudi

Intervengono

Barcucci
Intervento di Sabina Barcucci al convegno: "Fare con la tecnologia: tecniche di ripensamento dell’artigianato" - ICity Lab 2017
Sabina Barcucci Freelance - OpenDOT e MUSE Science Museum Biografia Vedi atti
Architetto di formazione, dal 2008 al 2013 ho lavorato a Berlino e Milano come consulente progettista su progetti di scala urbana e regionale, con specifico focus sulle strategie di mobilità e smart city a livello internazionale (Europa e Asia) presso Mobility in Chain. Nel 2009 a Berlino inizio a interessarmi di fabbricazione digitale. Dal 2013 passo dalla carriera di progettista urbanista alla fondazione del FabLab del MUSE Museo delle Scienze di Trento come manager creativo. Ho sviluppato il MUSE_fablab attraverso la costruzione di relazioni, programmi e community tra pubblico e privato, lavorando con scuole, imprese, comunità di maker, studenti, associazioni di categoria, altri musei. Come referente del fablab interno a un tempio dell’informal learning come il MUSE, ho sviluppato teoria e pratica sulla definizione di programmi di formazione basati sul making per diverse fasce di età. Nel periodo 2013-15 sviluppo programmi di innovazione per diverse scuole della provincia di Trento. Sul rapid prototyping, nel luglio 2015 mi laureo presso WeMake al Fab Academy, programma semestrale di formazione avanzata sulla prototipazione rapida di MIT MediaLab. Nel 2015, scrivo per il MUSE il progetto Interreg FabLabNet, basato sulla costituzione a livello transnazionale di una rete di fablab dell’Europa Centrale e a livello locale di ecosistemi dell’innovazione con un approccio triple-helix fablab-centrico. Nel 2016 il progetto viene finanziato per quasi 3 milioni di euro. Attivato 12 mesi fa, in esso ricopro un ruolo di consulenza come content strategist e sto sviluppando un servizio fablab-based che, tramite la formazione, permetta alla community ottenere skills per prototipare servizi tailor made di trasformazione digitale per imprese artigiane VS tecnologiche. Da gennaio 2016 a giugno 2017 mi unisco al fablab Opendot per cui ho curato un’unità sulla Smartcity che tramite partnership pubblico-privato, programmi di Open Innovation e co-design, prototipi nuovi prodotti-servizi basati sull’infrastruttura di A2A coinvolgendo una community di sviluppatori e imprese. Attualmente lavoro come freelance per organizzazioni pubbliche e private sviluppando progetti di innovazione tecnologica community-driven. 
 
 

Chiudi

Atti di questo intervento

es_08_barcucci.pdf

Chiudi

Genovesi
Intervento di Emilio Genovesi al convegno: "Fare con la tecnologia: tecniche di ripensamento dell’artigianato" - ICity Lab 2017
Emilio Genovesi CEO - Material Connexion Biografia Vedi atti

Dal 2001 è membro del CdA, e dal 2007 CEO di Material ConneXion Italia.

Dal gennaio 2012 collabora con il Comune di Milano sul progetto Expo in Città in vista di Expo 2015.

Dal gennaio 2013 è project leader del Biodiversity Park, Padiglione tematico in ExpoMilano2015

Dal 1992 ha collaborato con Domus Academy. Nel ruolo di Direttore Generale ha consolidato i due corsi di Master post laurea in Design e Fashion Design, ha diretto il progetto ed il lancio dei quattro nuovi Master in Urban Management and Architectural Design, in Interaction Design, in Interior and Living Design e in Business Design. Ha seguito in particolare i percorsi di education e ricerca dedicati alla relazione tra Design e Strategia di impresa. Su questi temi oltre ad avere promosso numerosi convegni ed iniziative in Italia ha tenuto negli ultimi anni conferenze in Francia, Germania, Svizzera, Olanda, Svezia, Norvegia, Turchia, Giappone, Cina, Korea e Hong Kong nell’ambito delle relazioni con il network di università e centri di ricerca in rapporto con DA. Negli ultimi anni si è particolarmente dedicato allo sviluppo di DARC promuovendone il mercato internazionale e dirigendo e/o partecipando a numerosi progetti.

Dal 2007 cura una rubrica dedicata ai temi del design e della strategia d’impresa sull’inserto Nòva24 del Sole 24 Ore. Dal 1985 al 1992 è stato direttore marketing e comunicazione di una nota azienda del design italiano.

Chiudi

Atti di questo intervento

es_08_genovesi.pdf

Chiudi

Torna alla home